Alimentazione induttiva dei microcontrollori

Ciao a tutti

in realtà, post del blog di oggi dovrebbe trattare con il tema dei supercondensatori, a causa di un..... "evaporazione non pianificata" ... nel laboratorio di elettronica abbiamo temporaneamente resettato questo contributo oggi mostrasolo l'alimentazione induttiva dei microcontrollori. Di conseguenza, il contributo odierno è stato leggermente più breve:

La trasmissione induttiva dell'elettricità ai dispositivi è un principio noto da tempo. Gli spazzolini da denti elettrici sono stati caricati in questo modo per decenni. Oggi vogliamo rispondere alla domanda se un microcontrollore possa essere utilizzato in modo così affidabile nella pratica. 

Poiché i requisiti elettronici per l'atterraggio induttivo dei terminali sono notevolmente cambiati negli ultimi anni, lo standard QI è già stato creato nel 2009. A causa dell'accoppiamento induttivo risonante delle bobine, una potenza relativamente elevata può ora essere trasmessa senza superare i limiti EMC consentiti. Anche altri standard più recenti (Powermat/AirFuel) utilizzano questo principio. Poiché si tratta di un processo relativamente complesso di scambio di dati 

Per verificare se questo tipo di trasferimento di energia è adatto alle nostre esigenze, abbiamo utilizzato un ESP32 con OLED e LoRa e giocato il "Test di fabbrica". Qui viene creata una connessione con una rete WLAN esistente e le reti disponibili vengono quindi visualizzate all'Oled. Come seconda attività, il controller invia pacchetti di dati utilizzando il modem loRa e controlliamo la ricevuta su una seconda copia.

Ciò consente di determinare se il "carico" induttivo causa problemi con il microcontrollore stesso, quando si ricevono pacchetti Wi-Fi o su 433Mhz.

Per questo esperimento è stato utilizzato l'hardware seguente:We used the following hardware for this experiment:

Utilizzare il software:

  • WIFI_Kit_32_LoRa di prova della fabbrica Heltec

La struttura:

 

Risultato:

Tutte le reti WLAN nell'intervallo vengono visualizzate correttamente, anche con un funzionamento prolungato, l'ESP32 non esce dal passo e l'intervallo delle trasmissioni LoRa non è diminuito.

Spero di essere in grado di ispirare alcuni clienti con questo articolo e dire addio fino alla prossima volta :)

Moritz

DisplaysEsp-32Projekte für anfänger

6 Kommentare

Michael

Michael

Nicola Tesla hat das schon vor mehr als 100 Jahren gewusst. :-)

Terno

Terno

Heute ist doch erst der 2 Maerz !! Nichht der 1, April

Friedhelm

Friedhelm

Warum haben Sie die Hardware nicht bekannt gegeben? Oder habe ich etwas übersehen?

C. Dirks

C. Dirks

Hallo Moritz,
Die Leistungen von Empfänger zu Sender stehen in welchem Verhältnis zueinander? Auch die Werte der Spannungen und Ströme interessiert mich.
Danke.
Ich finde das Projekt sehr spannend. :-)

Reiner

Reiner

Wie verhält es sich mit dem Abstand zwischen Ladematte und Emofänger ? Geht es noch wenn eine Isolierfensterscheibe dazwischen ist ?

Michael Schaefer

Michael Schaefer

Hi, dasist sehr interressant auch für Drehachsen, wo man kabellos Energie übertagen kann. Wieviel mA kann der Lader maximal?

Einen Kommentar hinterlassen

Alle Kommentare werden vor der Veröffentlichung moderiert