Panoramica del progetto HOMEControl Parte 1

Il progetto PRINCIPALEcontrollo alla fine dovrebbe tradursi in un complesso sistema di casa intelligente basato su WLAN. Ecco alcune funzionalità di questo sistema:

  • Controller economici e potenti di Espressif
  • Completamente WLAN non supporta cavi
  • Sensori a risparmio energetico per il funzionamento a batteria
  • Sottosistemi indipendenti
  • Nessun accesso a Internet richiesto
  • Può essere espanso come richiesto
  • Facile da programmare

sondaggio

Il cuore del sistema è un ESP32, ideale per questo con le sue prestazioni e le sue apparecchiature di memoria. I controller ESP8266 più economici possono essere utilizzati per gli slave.

Una rete protetta da WPA viene utilizzata per garantire un'elevata sicurezza contro l'accesso esterno. Ogni slave deve essere registrato manualmente con il master una volta. Con questa procedura di registrazione, lo slave riceve le informazioni di accesso necessarie per la WLAN protetta e il master riceve sullo slave il numero seriale univoco dell'ESP8266. Con ogni ulteriore comunicazione vengono accettati solo i dati degli slave noti (numero di serie). Il master riceve i valori misurati dai sensori. A seconda delle condizioni programmabili, il master valuterà i valori dei sensori e trasmetterà segnali appropriati agli attuatori.

Per lo scambio di dati è quindi irrilevante il modo in cui i valori misurati vengono letti dai sensori e possibilmente convertiti o come un valore di uscita trasmesso nell'attuatore viene convertito in un'azione corrispondente. È quindi molto semplice progettare sensori e attuatori e collegarli al sistema. Librerie appropriate saranno disponibili per la comunicazione con la sede.

Sottosistemi autosufficienti possono essere formati tramite subcentri che sono essi stessi collegati come schiavi al centro principale. Il centro di controllo secondario può accedere ai valori misurati dei propri sensori, ma anche a quelli del centro di controllo principale e utilizzarli per ricavare le condizioni per l'attivazione dei suoi attuatori. Il centro di controllo secondario è registrato con il centro di controllo principale e trasferisce tutti i valori misurati dei suoi sensori al centro di controllo principale. Nel caso più semplice, un centro di controllo secondario è un singolo controller a cui sensori e attuatori sono collegati direttamente in modo che non necessiti di una propria WLAN.

Il sistema è principalmente configurato e programmato tramite USB da un PC. Si prevede inoltre di abilitare la configurazione dello smartphone tramite dente blu. Un display e i corrispondenti dispositivi di input sono disponibili presso il centro di controllo per semplici interrogazioni sullo stato e la registrazione di uno slave. La sede riceverà anche un lettore di schede SD, che può essere utilizzato per leggere in particolari elenchi di condizioni. La scheda SD verrà utilizzata anche per un ampio registro di tutte le azioni nel sistema.

Si prevede inoltre di fornire un accesso sicuro dalla sede principale a Internet in modo che lo stato del sistema possa essere richiamato da qualsiasi luogo. A seconda delle autorizzazioni, alcune azioni devono essere abilitate anche da Internet. Poiché esiste un solo collegamento a Internet nell'intero sistema, è possibile raggiungere il massimo livello possibile di sicurezza.

La serie di istruzioni inizierà con la presentazione dell'hardware per il centro di controllo.

Grundlagen softwareCasa intelligente

1 Kommentar

Gerald

Gerald

Ich vermisse in den 3 Teilen die Umsetzung der beschriebenen Kommunikation und die beispielhafte Einbindung hier beschriebener Sensoren.
So ergibt sich anstelle eines Nachbaus nur der Aha-Effekt.
Außerdem möchte ich für die inzwischen 20 Seiten umfassenden Blogs ein Inhaltsverzeichnis anregen, um die Suche zu erleichtern.

Einen Kommentar hinterlassen

Alle Kommentare werden vor der Veröffentlichung moderiert

Post di blog consigliati

  1. Installa ESP32 ora dal gestore del consiglio di amministrazione
  2. Lüftersteuerung Raspberry Pi
  3. Arduino IDE - Programmieren für Einsteiger - Teil 1
  4. ESP32 - das Multitalent
  5. OTA - Over the Air - Programmazione ESP tramite WLAN